VISITATORI:

Manovre Salvavita
Font

Si chiamava Thomas ed aveva 3 anni, ed era un bambino molto curioso. Biondo, occhi azzurri, sempre sorridente... uno di quei bambini che ti ricordi perché ti lascia un non so che. Il suo unico torto? Essere il fratellino più piccolo ed essersi trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato.

La sua storia purtroppo finisce troppo presto, ma grazie a lui molti bambini continueranno a salvarsi.
La sorellina più grande compie 5 anni ed a casa vengono invitati tanti bambini: compagni di scuola, fratellini, amici di amici... insomma una di quelle feste che tutti vorrebbero a casa propria.

C’è proprio tutto! Anche il "mago" che fa i giochi di prestigio ed i palloncini colorati riempiono la casa per la gioia degli ospiti. Tanti palloncini con forme straordinarie: cagnolini, palline, spade, giochi tutto quello che attira l’attenzione di tanti bambini. Sarà uno di questi palloncini di colore giallo. a finire sotto il divano.

Resterà lì per qualche giorno, nascosto dalla vista della mamma e di chiunque passeggi nel salotto.

Dopo qualche giorno, il piccolo Thomas ha una unica sfortuna: quella di trovarsi nel salone da solo per pochi attimi. Sono quegli attimi che serviranno per mettere il palloncino sgonfio in bocca e non riuscire a respirare per i successivi 25 secondi. Sono 25 i secondi che un bambino di 3 anni ha a disposizione prima di perdere i sensi e da li a pochi istanti avere un arresto cardiaco.

Questa storia ha un lieto fine -per fortuna- arriva la mamma che ha regolarmente effettuato un corso di rianimazione cardiopolmonare pediatrica e CAPISCE IN POCHI ISTANTI COSA è successo al figlio. Saprà cosa fare e lo farà in pochi attimi, perché CHI HA FATTO UN CORSO vede ciò che gli altri NON VEDONO.
Con poche e semplici manovre interviene e permette al figlio di respirare di nuovo.

Ma la domanda a questo punto è la seguente: "Quanti Thomas ci sono al mondo?"
Quanti bambini sono così fortunati da avere un genitore RESPONSABILE e FORMATO che capisce che proteggere la vita del proprio figlio significa anche istruirsi, formarsi e non lasciare NULLA al caso? Pochi, ancora troppo pochi.

Un semplice corso di Manovre Disostruzione Pediatriche e Rianimazione potrebbe davvero fare la differenza e fornire gli strumenti necessari a CHIUNQUE di poter intervenire in maniera diretta e sicura per proteggere la vita di ogni bambino.

La cultura, l’informazione l’essere vigile ed attento premia sempre e rende il bambino della nostra famiglia il più protetto di sempre.

Questa storia è ispirata ad un fatto realmente accaduto negli stati uniti nel 2012, e ci dovrebbe portare a fare una riflessione: le cose che facciamo per proteggere i nostri bambini... non sono mai troppe.

Immaginiamo un mondo dove tutte le persone che vivono o lavorano accanto ad un piccolo bambino sanno come comportarsi e come riconoscere i pericoli.
Solo così saremo certi di non avere nessun "angolo" scoperto, che possa in qualche modo rendere vulnerabile il bene più prezioso che ci è stato donato: la vita di nostro figlio.

Adoperatevi per diffondere le manovre di disostruzione pediatriche a chi vive e lavora con un bambino al suo fianco.

Informati e apprendi come comportarti leggendo ogni settimana i nuovi articoli che vengono pubblicati sull’unico sito al mondo che si occupa di diffondere le tecniche di disostruzione pediatriche con la pubblicazione di articoli originale fruibili da tutti: www.manovredisostruzionepediatriche.com.

BLOG COMMENTS POWERED BY DISQUS