VISITATORI:

Ultimi Articoli

Oramai tutti sanno che un bimbo nei primi anni di vita ha un bisogno assoluto di conoscere il mondo che lo circonda: stimoli tattili, rumori, sguardi, chiacchierate infinite e... anche tanta curiosità. E’ ancestrale il bisogno che un bambino ha di mettere gli oggetti in bocca, e nessuno può farci nulla.

Piccoli oggetti pericolosi, parti di giocattoli, bottoni, palloncini sgonfi, sono spesso in grado di rotolare, o nascondersi a nostra insaputa sotto un mobile, o cadere tra i cuscini di un divano fuori dalla portata dei nostri occhi. A volte possono rimanerci per molto tempo, se non siamo soliti fare pulizie a fondo, con frequenza.

Dedicare pochi attimi alla lettura delle specifiche di intervento.. può fare la differenza. E’ estate e fa caldo e quindi si cerca refrigerio facendo varie cose: un bagno fresco, l’ombra, frutta fresca. Questo diventa ancora più importante se abbiamo un bambino sotto i 4 anni che non solo deve reidratarsi, ma anche mangiare qualcosa di "appetibile" e utile al suo mantenimento fisico ed equilibrio.

Arriva prima o poi nella vita un momento dove sei messa a dura prova, arriva un momento dove non tutto è come tu vorresti, e dove -guarda caso- potresti essere tu a fare la differenza. Se hai fatto il corso completo di manovre disostruzione pediatriche+rianimazione cardiopolmonare pediatrica, anche con abilitazione all’uso del defibrillatore, allora devi sapere che PER SEMPRE nel tuo cervello hai ricevuto l’imprinting per saper fare la cosa giusta , nei tempi giusti.

Ancora oggi siamo costretti a leggere articoli dove, le dimenticanze e le mancate "bonifiche" di cassetti e comodini nelle nostre case, portano bambini piccoli in ospedale con codici rossi. A volte anche con esiti infausti.

E’ finita la scuola e ci si appresta ad andare in vacanza, ma i tempi sono cambiati e le vacanze di 3 mesi con tutta la famiglia... sono un antico ricordo degli anni ’70. Oggi il papà e la mamma (magari tutti e due) lavorano ed hanno -se tutto va bene- solo 20 giorni di vacanza. Ma siccome la città è calda e il "pupo" deve "andare al mare più possibile altrimenti questo inverno si ammala di più", si sfruttano i nonni che diventano il "perno" della famiglia.

Come faccio a scegliere il corso giusto? Saper scegliere il Centro di Formazione di alto livello, aiuta di certo la protezione di tuo figlio durante la sua crescita. Sono oramai sempre più i Centri di Formazione che prima si occupavano "solo" di BLS ADULTO (cioè di corsi di rianimazione cardiopolmonare adulto), e che ora si sono "lanciati" sul pediatrico, che finalmente è iniziato ad "andare di moda".

Sono poche le cose per le quali devi pretendere sempre il massimo: quando c’è di mezzo la salute di tuo figlio...non deve andare per il sottile, ed in questi casi la qualità fa la differenza in caso di bisogno. "Quando ci troviamo davanti ad un overload di informazioni, la differenza è nella qualità".

Grande evento di diffusione delle manovre che salvano la Vita ad un bambino e NON SOLO, presso la Sala Capitolare del Senato della Repubblica a Roma in Piazza della Minerva, 38  ove il Dottor Marco Squicciarini sarà direttore sanitario del Corso P-BLSD a mamme non vedenti con il "Nazionale di Salvamento Academy".

Altro

Come entrano i corsi di manovre di disostruzione pediatriche nelle multinazionali e grandi aziende? Analisi della promozione del Benessere individuale ed organizzativo, diversità ed inclusione, salute e prevenzione e Corporate Learning.

Dopo anni di diffusione delle manovre di disostruzione pediatrica sul territorio nazionale si iniziava a fare sempre più caso , al numero di bambini che perdevano la vita perché chi era al loro fianco NON aveva riconosciuto per tempo il potenziale pericolo: monete, giocattoli, palline di gomma, tappi di bottiglia, pongo, e tutto quello che poteva passare in un cilindro di 4,5 cm.

Negli ultimi anni le grandi aziende, le Multinazionali, le Corporate hanno dovuto fare i conti con l'inquinamento, la responsabilità verso il mondo che li circonda, il loro impatto ambientale.

Da oramai 12 anni in Italia il sito "ManovreDisostruzionePediatriche.com" insegna a TUTTI gratuitamente come comportarsi in caso di ostruzione delle vie aeree di un bambino, quali comportamenti avere, quali azioni mettere in pratica, e soprattutto cosa non fare MAI..

Una intuizione che cambierà le regole della cucina per sempre. I dati degli incidenti internazionali provenienti dal progetto SUSY SAFE (www.susysafe.org) parlano chiaro: il 70% degli incidenti mortali per soffocamento che riguardano i bambini sono alimentari.

"Nessuno si salva da solo": questo il titolo del libro che è già un successo di Margart Mazzantini dal quale è stata tratta la sceneggiatura dal regista ed attore Sergio Castellitto. Una eccellenza del cinema italiano grazia alla quale, per la prima volta ci permetterà di vedere in un film... come si salva un Bambino davvero.

Centri Specializzati: dove sono?

Grandi Storie

Grid List

"Un incontro utile, finalizzato, concreto, a tratti toccante... perchè dare la Vita è una magia affidata a molte donne... salvarla può essere un miracolo nelle mani di tutte le persone. Un momento in cui riflettere sull'importanza della Vita e sul filo sottile in cui ogni momento è sospesa.

Un momento per riflettere sull'egoismo offensivo di alcuni e sulla generosità naturale di altri.
Persone splendide che si incontrano nel corso della vita...imbecilli che nascondono dietro false preoccupazioni la loro ignavia.
Grazie RIccardo lembo dia vermi regalato questo pomeriggio!"

Inviato da Fiorella Florio  dopo aver partecipato all'incontro sulle Manovre Disostruzione Pediatriche organizzato dal Dott. Riccardo Lembo e condotto dal Dottor Marco Squicciarini

Marsala, 14 novembre 2014

"Caro Marco, leggendo le testimonianze lasciate sul tuo sito avrei voluto essere una di quelle mamme che scrive per ringraziarti ad avergli insegnato, ma dolorosamente ti scrivo per pregarti di non smettere mai di diffondere, educare ed insegnare a salvare la vita. Ci sono storie come quella di Giulio che fanno comprendere che non servono 400 persone, ma una, una sola per vivere ancora. Il nostro dramma è avvenuto 20 Agosto 2013 presso il ristorante dell’IKEA di Bari.